Translate

mercoledì 3 ottobre 2012

Perchè "brodo di giuggiole"???

Questo modo di dire mi è sembrato istintivamente simpatico fin da piccola...mi piaceva e mi piace ancora l'idea di un "brodo" un po' speciale, una "zuppa" misteriosa fatta con frutti ( le giuggiole appunto!) mai visti davvero... Un brodo mai assaggiato e per questo curioso... Crescendo ho scoperto che si fa davvero un'ottima confettura con questi frutti lucenti, ma il ricordo legato nel mio cuore a questo nome risale a molti, moltissimi anni fa quando ancora bimba con mamma e papà ogni tanto si andava a "curiosare" in un piccolo negozio di Milano che portava proprio questo nome... L'emozione di prendere il pullman e recarsi in una grande città...poi oltrepassare quella vetrina ed entrare in un mondo fatto di mille e mille oggetti strani, appartenuti ad un tempo passato... devo ai miei genitori la passione per le "cose di una volta", quelle che raccontano una storia e narrano di quando tutto scorreva ad un ritmo più lento e dolce... Ricordo i miei occhi sgranati davanti a scatoline musicali, a bambole così diverse da quelle con cui giocavo, lampade con tessuti a romantici fiorellini, lanterne smaltate dal sapore di viaggi lontani, cestini di vimini simili a quelli di Cappuccetto Rosso, giocattoli di legno dai colori sbiaditi eppure bellissimi... Per me ( ma sono certa anche per i miei genitori, specie mio padre) varcare la soglia di quel piccolo negozio era come entrare in una magica soffitta ed immergermi in un mondo di fiaba...Da quei "viaggi" si tornava sempre con l'acquisto di qualche piccolo tesoro e con il cuore e le labbra addolcite da un cono di panna montata ... Andavo letteralmente "in brodo di giuggiole" solo all'idea e, vi confesso, mi ci tuffo anche ora in quel brodo ... ora che ho gli occhi lucidi a riportare alla mente quel ricordo... Non avrei potuto chiamare questo piccolo blog con un altro nome! Nelle mie intenzioni sarà così...uno spazio un po' nascosto, come una piccola soffitta piena di tante cose diverse tra cui curiosare...

2 commenti:

  1. che questo blog sia lo specchio della tua anima dolce e sincera.

    tuo Massimo

    RispondiElimina